Faccio parte della FIAF perchè…

Faccio parte della FIAF (Federazione Italiana Associazioni Fotografiche) da circa tre anni, da quando frequento il circolo fotografico Photosophia di Roma.

Avevo già avuto una precedente esperienza, molti anni fa, ma non ne avevo colto a pieno le potenzialità. Venendo dalla professione fotografica, forse, non ero pronto ad immergermi in una realtà fatta di appassionati e persone che si occupano e amano la fotografia in modo disinteressato.

Oggi posso dire che questo mio riavvicinamento è stato determinante per far rinascere in me una passione, che forse negli ultimi anni, si era un po’ sopita.

In passato ho avuto la fortuna di esporre le mie foto in mostre personali e collettive e di ricevere alcuni riconoscimenti soprattutto nel mondo dell’arte contemporanea. Ho sempre, però, vissuto la fotografia come un’attività piuttosto solitaria.

Forse quella che mi è mancata è stata proprio la condivisione, un piacere che oggi ho ritrovato grazie alla FIAF. Ho avuto modo di conoscere persone molto preparate con cui parlare di fotografia. Persone capaci di stimolarmi e far crescere la mia cultura fotografica.

Lo hanno fatto e continuano a farlo, ognuno a proprio modo e con le proprie sensibilità, forse anche senza rendersene conto.

Mariano Fanini, Serenella Stefani, Debora Valentini, Claudia Ioan, Massimiliano Tuveri, Silvio Mencarelli, Silvano Bicocchi, solo per citarne alcuni.

Credo che la vera ricchezza di questa associazione, il motivo per cui una persona che ama la fotografia debba avvicinarsi a questa realtà, sia proprio la possibilità di frequentare persone così e creare connessioni all’interno di questo straordinario gruppo di appassionati.

La FIAF al proprio interno ha molte anime distinte, che si completano e collaborano per il raggiungimento di scopi comuni. Attività curate nei minimi dettagli da volontari che mettono a disposizione il loro tempo e le loro competenze.

Portfolio Italia

Un esempio su tutti: Porfolio Italia. La manifestazione itinerante, giunta quest’anno alla 21^ edizione, che permette a tutti gli associati e non di sottoporre i propri lavori fotografici a “lettori” preparati, pronti a dispensare consigli ma anche critiche costruttive. In ogni tappa viene dichiarato un vincitore. Tra tutti i vincitori delle varie tappe viene eletto il portfolio dell’anno.

L’atmosfera che si respira in questi appuntamenti è estremamente positiva e si ha la chiara impressione di partecipare a qualcosa di formativo e conviviale allo tempo stesso.

Nel fine settimana, ho avuto il piacere di recarmi ad Alba per il Congresso Nazionale ed incontrare molti amici, alcuni dei quali conosciuti in una delle numerose attività online organizzate dalla federazione.

Sono stato particolarmente felice di ricevere l’onorificenza AFI (Artista Fotografo Italiano), ho avuto modo di visitare delle interessanti mostre fotografiche e partecipare alle tante attività organizzate dal Gruppo Fotografico Albese.

Sono tornato a casa portando con me la consapevolezza che, la possibilità di condividere le proprie esperienze con altri fotografi, sia il vero valore aggiunto della FIAF.

admin
Author: admin

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scopri di più da Maurizio Cintioli

Abbonati ora per continuare a leggere e avere accesso all'archivio completo.

Continue reading